Home Articoli DIFESA DEBITORI SPA CONDANNATA DALL’ANTITRUST PER 1 MILIONE IN ATTIVITÀ DI PUBBLICITÀ NON VERITIERA

DIFESA DEBITORI SPA CONDANNATA DALL’ANTITRUST PER 1 MILIONE IN ATTIVITÀ DI PUBBLICITÀ NON VERITIERA

by Class Action Italia
44 views

Difesa debitori SPA condannata per pubblicità non veritiera

L’Autorità ha accertato che moltissimi consumatori, oltre duemila, hanno conferito incarico alla Società Difesa Debitori SPA per lo svolgimento dell’attività di assistenza e consulenza per l’estinzione dei debiti contratti con banche finanziarie e fisco.

Nell’ambito dell’attività promozionale presentata via web, vengono omesse e/o fornite informazioni parziali o non veritiere che inducono il consumatore-debitore, che si trova peraltro in una particolare condizione di difficoltà economica, ad assumere una decisione commerciale che altrimenti non avrebbe preso.

Infatti secondo la giurisprudenza, è ingannevole la pubblicità che accentui la convenienza e l’efficacia di un servizio, per poi precisare, con diciture non veritiere, l’esistenza di ostacoli che, di fatto, annullano i vantaggi promessi.

L’Autorità Antitrust ha sanzionato la società DIFESA DEBITORI spa che ha ingannato i debitori di Banche, Finanziarie e Fisco promettendo un servizio di intermediazione a pagamento per ottenere la estinzione e/o riduzione dei debiti con un risparmio dal 40% al 70%.

Tale promessa non garantisce invece alcun risultato.

La pratica ingannevole era svolta attraverso la lettera di incarico a pagamento per un ammontare di € 320 e successivo contratto di consulenza con un compenso a risultato.

Tale condotta si configura come violazione degli artt. 21 comma 1, lettere b) e c) e 22, comma 1, del Codice del Consumo, in quanto idonea ad indurre in errore i consumatori – debitori.

La società Difesa Debitori Spa è stata condannata dall’Antitrust alla sanzione amministrativa pecuniaria di 1.000.000 € (un milione di euro).

Infine la società Difesa Debitori Spa è stata sottoposta nuovamente alle contestazioni dell’Autorità perché continua a svolgere l’attività scorretta in danno dei consumatori – debitori.

È prevedibile pertanto un’ulteriore sanzione. 

Potrebbe interessarti anche

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online.

L'utente dichiara di  acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies previsti da questo sito.