Cartello di imprese del cemento: aumento illecito del prezzo di vendita

PRATICA

L’Autorità Garante della Concorrenza (provvedimento n. 26705/17) ha condannato al pagamento di una sanzione di 184 milioni di euro Italcementi, Buzzi Unicem, Colacem, Cementir, Sacci, Holcim, Cementirossi, Barbetti, Cementeria di Monselice, Cementizillo, Calme, Moccia e Tsc, e Aitec, per aver gli stessi concordato un’intesa tra il 2011-2016 sul prezzo di vendita del cemento al fine di accrescere le loro quote di mercato.

In altri termini, dal giugno 2011 e fino al mese di gennaio 2016, le suddette imprese, hanno concordato un incremento del prezzo di vendita del cemento alla clientela e il controllo delle quote di mercato con un patto anticoncorrenziale ritenuto vietato dall’Antitrust.

I comportamenti delle imprese condannate si inseriscono in un contesto di grave crisi del mercato del cemento consentendo al cartello di arginare il trend discendente dei prezzi e di conservare quote di mercato elevate a danno dei consumatori.

La pubblica amministrazione unitamente alle imprese edili, agli acquirenti di immobili, ai proprietari di immobili che hanno effettuato ristrutturazioni degli appartamenti costituiscono i soggetti danneggiati dal comportamento illecito e tutelato dalle norme della direttiva Ue 114/2014 e dal decreto legislativo 3/2017.

Infine in applicazione dell’art.140 bis, co. 2, lett. c) del Codice del Consumo si potrà esperire anche l’azione di classe collettiva per la tutela da comportamenti anticoncorrenziali.

FAQ

La pubblica amministrazione, imprese edili, acquirenti di immobili, proprietari di immobili che hanno effettuato ristrutturazioni degli appartamenti.

Le imprese del cartello: Italcementi, Buzzi Unicem, Colacem, Cementir, Sacci, Holcim, Cementirossi, Barbetti, Cementeria di Monselice, Cementizillo, Calme, Moccia e Tsc, e Aitec

Milano, Roma, Napoli

Rimborso sovrapprezzo e risarcimento del danno.

Da determinarsi caso per caso

Per valutare il caso, compilare il form di contatto.

(Riceverai una mail con le istruzioni)

(condizioni del servizio)

Ho preso visione e accetto le condizioni di servizio

Dichiaro ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n.196 del 30 giugno 2003, di essere stato informato che i dati personali contenuti nella presente dichiarazione saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.